Finanza e Mercati

Pubblicato il 19 aprile 2017 | di Jacopo Sollini

0

Analisi sul titolo ENI

Di seguito proponiamo l’articolo del nostro trader Jacopo Sollini, in arte “Trading82” sul titolo Eni. Ricordiamo che le operazioni di Jacopo possono essere seguite sottoscrivendo un abbonamento Single Trader su Rataran.

Dal piano industriale presentato il primo marzo, è emerso che il titolo del Cane a sei zampe è sulla buona strada per il raggiungimento dei target annunciati.

I punti di forza alla base della visione positiva sul titolo nel medio e lungo termine sono i seguenti:

  • Sul mercato petrolifero, l’eccesso di scorte rispetto alla media storica impiegherà circa un anno per essere riassorbito, partendo dalla data di messa in opera dei tagli OPEC (circa fine gennaio). É ragionevole quindi attendersi una prosecuzione dei tagli da parte dei paesi OPEC e non, anche per la seconda metà dell`anno.
  • La strategia “dual exploration” funziona bene, in quanto dopo la monetizzazione di Zohr e del Mozambico, la recente scoperta in Messico dimostra che la capacità di esplorazione e trivellazione di ENI sia portatrice di valore. Il governo Messicano stimava circa 800 milioni di barili di olio equivalente (di olio medio pesante) nel campo, mentre ENI ha trovato anche oli leggeri in un substrato inferiore potenzialmente di pari entità. Il pozzo di delineazione potrà fornire informazioni aggiuntive sulle dimensioni del campo. Anche dal Mediterraneo (incluso Zohr) e dall’Alaska ci sono aree prospettiche interessanti.
  • Il Kashagan sta crescendo di produzione in linea con le attese e senza intoppi operativi.
  • Il piano di investimenti nell’upstream al 2020 prevede 2 miliardi di euro in progetti offshore nel distretto dell’area di Ravenna con una produzione stabile di 53.000 barili di olio equivalente al giorno che potrebbero raddoppiare nell’arco del piano.
  • Il dividendo 2017 è già coperto finanziariamente dai disinvestimenti effettuati, per cui in uno scenario del greggio superiore ai 45 dollari/barile, il debito continuerà a scendere nel corso del 2017 (una situazione che non si è verificata nelle altre major)

Gli analisti di Equita Sim confermano la raccomandazione Buy e il prezzo obiettivo a 17 euro.

Tags: , , , , , ,


Autore

Jacopo Sollini

“Trading82” è un trader privato che ha iniziato ad occuparsi di mercati finanziari da 15 anni. Opera maggiormente sulle azioni del mercato italiano, sui CFD e sui futures americani con una operatività di tipo intraday/multiday. È un Premium Trader classificatosi al 7° posto del 2° Rataran Contest.








Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to Top ↑